Emanuele Francesconi String Ensemble

Il quintetto, formato da Emanuele Francesconi (pianoforte, composizioni, arrangiamenti), Matteo Piras (Contrabbasso arco e pizzicato) Tiziano Petronio (viola),Giulia Subba (violino) e Cecile Delzant (violino), nasce nel giugno del 2017 per la registrazione della “Sonata Op.10 per pianoforte e quartetto d’archi” (composta da Emanuele Francesconi) che avviene nel luglio successivo presso MiniRecStudio di Torino e viene presentato per la rassegna “Adotta un pianista” set 2017,”Gocce di Musica” ott 2017 mentre la presentazione ufficiale del progetto e del disco avviene dapprima al Jazz Club e poi al Circolo dei Lettori, gen 2018.

Dopo l’importante riconoscimento avuto dal pianista per la sua composizione “Dies Irae op.3” per solo coro e orchestra d’archi, che vince il concorso di musica sacra “Sacrarium 2016” e viene eseguita nell’ottobre del 2016 dal coro e orchestra di Leopoli (Ucraina), questo progetto vuole unire il tessuto della lettura classica del quartetto alle improvvisazioni, ora su armonie stabilite, ora completamente libere,che ogni membro del quintetto esegue, dinamica più rara che unica per il tipo di organico strumentale considerato.

Per questo si può parlare di Nuova Concezione nell’eseguire la musica classica,considerando sia la formazione in quartetto d’archi, sia la lettura e la precisione di esecuzione che viene richiesta e ovviamente la disinvoltura e la fluidità che l’improvvisazione richiede, data da una profonda conoscenza armonica e strumentale.